Il territorio

Il Consorzio Is Molas sorge nella provincia di Cagliari nel comune di Pula. Nell’ambito della Provincia ovunque si trova qualcosa di interessante: cultura profonda, arte rinomata, storia con le sue millenarie testimonianze, archeologia misteriosa e soprattutto l’ospitalità innata del popolo sardo. Protagonisti indiscussi della provincia i numerosi e celebri complessi nuragici (il più importante e imponente lo si trova a Barumini) i castelli medioevali di Salvaterra e Sanluri, il tempio di Antas, il tophet di Sant’Antioco, le Domus de Janas, i Dolmen e le Tombe dei Giganti.

A 3 Km dal Consorzio Is Molas sorge il paese di Pula, noto soprattutto in quanto custode, all’interno del suo territorio, delle rovine della grandiosa città di Nora, la prima città fenicia della Sardegna. Nelle vicinanze del sito  di Nora si erge  la chiesa di Sant’Efisio, costruita  nel XII secolo nel luogo il cui il santo  ha subito il martirio. Nelle immediate vicinanze è possibile visitare la laguna di  Nora e il Centro di educazione ambientale, con l’acquarium ed una serie di vasche con le specie marine più rappresentative dell’ecosistema lagunare, il tutto circondato da uno scenario di mare dominato dalle torri seicentesche di S.Efisio e San Macario.  Alle spalle del Consorzio Is Molas insiste la foresta di Pixinamanna, un oasi di protezione faunistica (cervi, daini, cinghiali). Oltre alla macchia mediterranea per lo più formata da cisti, eriche, mirto e oleandro, si alternano maestose querce da sughero, lecci e ginepri secolari. Le strade interne al bosco sono percorribili solo a piedi o in bicicletta al fine di tutelare e preservare l’ambiente naturale. Oltre Pula, subito dopo Is Molas, si attraversa Santa Margherita di Pula, estesa e rinomata località turistico-residenziale in  cui si trova anche il porticciolo di Cala  Verde. Una vasta e verdeggiante pineta, lunga oltre 10 km, sovrasta morbide spiagge e trova un piacevole contrasto nel profilo dei monti retrostanti all’interno dei quali insiste una delle più ricche foreste d’Italia (Monte Lattias). A circa 15 Km da Is Molas si arriva in uno dei mari più belli come quello di Baia Chia, paragonato alle Maldive, e quello che si incontra con le ultime pinete spontanee d’Europa, a Porto Pino. E ancora il mare che sta sotto gli aspri capi rocciosi di  Spartivento, Teulada, Zafferano, dove i fondali cristallini possono riservare, agli appassionati di sub, incontri sorprendenti con rari pesci multicolori. La naturalezza  del territorio la si  respira anche nelle numerose sagre paesane e nelle molteplici attività artigianali che, negli anni, anziché affievolirsi si sono rinnovate.

Login
code